Venezia e Tancredi. Il film che non girerò. Per mancanza di intere$$$e.

Sullo schermo completamente bianco, appare bianco su bianco,

il titolo che subito scompare :

primo titolo

Schermo bianco.

Rimane bianco per alcuni secondi. Silenzio.

Molto lentamente scopriamo che il bianco è in realtà

una nebbia fittissima che piano piano si dirada.

Attraverso la nebbia appare la facciata candida di un palazzo sul Canal Grande. Per leggere il seguito clicca qui sopra »

Elogio del macchinista. Troupe magistra vitae.

 

Si gira in una stupenda location a Nervi. Un belvedere sul mare con una sola panchina sapientemente posizionata per affacciarsi proprio dove il sole tramonta.

Lo spot, di 15 secondi, racconta una storia molto semplice : due teen-ager sulla panchina ad ammirare il tramonto. Tutto molto romantico. Però il ragazzino è anche molto timido. Non osa dichiararsi, non osa passare il braccio sulla spalla di lei. Non osa nemmeno prenderle la mano. Non spiccica una parola. Alla fine però troverà il coraggio di offrirle ….

Per leggere il seguito clicca qui sopra »

Et si omnes ego non.

 

Scendendo verso i Faraglioni, sul cancello di una villa a Capri trovi questa frase :

Villa Capri

Mi ha colpito la prima volta che l’ho vista tanti anni fa e da allora mi è sempre rimasta impressa.  “Anche se tutti, io no.”

Questa frase la sento mia, come se qualcuno avesse pensato e poi scritto per me

qualcosa che io da sempre sento profondamente prima ancora di saperlo e di dirlo.

  Per leggere il seguito clicca qui sopra »