Non mi fido di un coccodrillo. Nemmeno quando sarò morto.

Nel giornalismo il ‘coccodrillo’ è il ritratto di ogni personaggio (attori, cantanti, politici, criminali, campioni sportivi) che si tiene sempre pronto in Redazione. Così se qualcuno muore all’improvviso tu non devi fare ricerche : l’articolo, cioè ‘il coccodrillo’, ce l’hai già bell’e pronto.

Siccome però del ‘coccodrillo’ scritto da altri io non mi fido, il mio me lo sono già scritto da solo. Per leggere il seguito clicca qui sopra »

Non fidarti mai di un coccodrillo. Nemmeno quando è morto.

Peter Beard, geniale fotografo, scrittore, playboy di sterminato successo, sempre circondato da bellissime donne (attrici, modelle, scrittrici, la moglie di un presidente e fanciulle etiopi) nel 1965 è in Africa e studia i coccodrilli. Lavora con un biologo scozzese, Alistair Graham, a Koobi Fora sulle rive del Lago Rudolph (oggi Lago Turkana) in Kenya. I due hanno appena ucciso un bestione lungo quasi 5 metri. Adesso aspettano l’arrivo dell’aereo che verrà a prelevarli solo domani.
Beard ha un’idea : per me scrivere è così importante che non smetto nemmeno mentre muoio.

Allora dice all’amico : “Alistair, mi fai questa foto ? Io che scrivo sul mio diario anche se il coccodrillo mi sta divorando” .

 

ok-best

 

Quello che Beard non si aspetta però è che il coccodrillo morto davvero lo divora ! Per leggere il seguito clicca qui sopra »

Amazon contro Franco Bellino. Perché acquistare ‘crear$i. 9439 consigli pratici per la tua creatività’ ?

 Amazon:
Senti, Franco Bellino. Dimmi in 3 parole: perché dovrei pubblicare “Crear$i” ?

Franco Bellino : Perché è amore.

titolo

 

 

 

Amazon : Non ci siamo capiti. Dimmi perché hai scritto “crear$i” ? 

Franco Bellino : Perché amo i giovani e voglio aiutare i giovani a vivere felici.  Per leggere il seguito clicca qui sopra »

“Di” o “ Da” ? Essere o non essere Pradier. Ecco il problema di questo marmo “La Naissance de l’Amour”.

Amo questa scultura :

 

afrodite-eros-foto

 

Studio questa scultura da più di 50 anni.

In questi 50 anni l’hanno vista, studiata, accarezzata Esperti, Storici dell’Arte, i più profondi conoscitori dell’arte di Pradier.
Tutti concordano : potrebbe essere di mano di Pradier.
L’idea originale è sicuramente di Pradier.
La data della sua creazione la scrive Pradier : è il 15 Luglio (o Agosto) del 1838.
Il titolo “La Naissance de l’Amour” l’ha dato Pradier.
E ad oggi questa scultura è l’unica versione in marmo di “La Naissance de l’Amour” che sia mai stata vista e studiata.

50 anni di studio e l’intervento di 16 Esperti hanno portato a questo risultato :
è ragionevole chiedersi se questo marmo possa essere di Pradier.
Arrivare ad un ragionevole dubbio è un buon risultato, un ottimo punto di arrivo. Più ancora è un ottimo punto di partenza.
Che questo marmo sia “DA” Pradier oggi è sicuro, ma se sia “DI” Pradier” è tutto da scoprire.
Tra il “DI” e il “DA” c’è un mare inesplorato da navigare. A fronte del mistero
Shakespeare ci apre orizzonti infiniti di speranza : “A mari inesplorati, spiagge insperate”.

Anche tu sei invitato a questa avventura. Per leggere il seguito clicca qui sopra »